Author:

Palaluxottica di Agordo, 30 giugno 2022

Omelia nelle esequie di Leonardo Del Vecchio

La preghiera che ci riunisce, ora in questa liturgia, è un’intima comunione che travalica i limiti della morte

Siamo in un abbraccio immenso che non vorremmo mai smettere, carico di commozione e in cui riversare un affetto imponente come le grandi montagne dolomitiche che ci attorniano in questa stupenda conca agordina: il caro Leonardo Del Vecchio è rientrato dai “suoi”, una famiglia estesa e un’azienda impareggiabile, intrecciate in queste valli, arrampicate sulle terre alte delle Dolomiti. Leonardo è entrato nel cuore di questa … Continua a leggere Omelia nelle esequie di Leonardo Del Vecchio »

a cura di don Ezio Del Favero

53 – La roccia della sfida

Non lontano da un Castello, ancora oggi si trova una roccia particolare, che ha le sembianze di un diavolo inginocchiato

Non lontano da un Castello, ancora oggi si trova una roccia particolare, che ha le sembianze di un diavolo inginocchiato. La leggenda racconta che il Duca, signorotto del Castello, fosse un grande cacciatore. Per mantenere la cacciagione all’interno del proprio territorio, il signorotto pensò di costruire un enorme bastione che circondasse la sua tenuta. Ma il costo della realizzazione era esorbitante. Non poteva certo spendere … Continua a leggere 53 – La roccia della sfida »

a cura di don Ezio Del Favero

52 – Il sole tra le montagne oscure

...il capo-villaggio conservava il sole, nella sua capanna, durante la notte. E, durante il giorno, conservava la luna

Un tempo, tra le montagne, un paese era immerso in una profonda oscurità. Lì il sole non brillava mai e, quindi, non esistevano né fiori, né frutti, né canzoni, né allegria… tutto era triste, malinconico e tetro. In quel paese viveva un giovane cacciatore chiamato Piccolo-Coyote, astuto e coraggioso. Un giorno, egli si avventurò molto lontano per cacciare e arrivò in una regione meravigliosa. Lì … Continua a leggere 52 – Il sole tra le montagne oscure »

...ma improvvisamente notò che uno dei pezzi che aveva in mano brillava alla luce della luna.

51 – Il vulcano e la ragazza splendente

A cura di don Ezio Del Favero

In un piccolo villaggio tra le montagne vivevano poveramente due sposi anziani che non avrebbero mai potuto avere figli nonostante il loro profondo desiderio. Per vivere, la coppia dipendeva dalla raccolta della pianta di bambù e dal suo utilizzo per creare oggetti di artigianato.  Una sera, il vecchio andò nella foresta per tagliare e raccogliere il bambù, ma improvvisamente notò che uno dei pezzi che … Continua a leggere 51 – Il vulcano e la ragazza splendente »

A cura di don Ezio Del Favero

50 – La scalata del bruco

Un piccolo bruco decise un giorno di scalare un’altissima montagna.

Un piccolo bruco decise un giorno di scalare un’altissima montagna. Mentre strisciava verso il monte, la cui cima era ancora coperta di neve, incontrò un grillo. «Dove vai?», gli chiese il grillo. Il bruco rispose: «Ieri notte ho fatto un sogno. Ho sognato di essere in cima alla montagna e di poter osservare tutta la valle ai miei piedi. Il panorama era davvero stupendo! Mi sono … Continua a leggere 50 – La scalata del bruco »

25 giugno2022, Santuario del Nevegal

Festa diocesana delle famiglie

«Fate quello che vi dirà»

In occasione del X Incontro mondiale delle famiglie di Roma, l’Ufficio di Pastorale della famiglia vi invita alla Festa diocesana che si svolgerà al Santuario del Nevegal sabato 25 giugno 2022. Il programma 16 – Accoglienza 16:30 – giochi e attività 18 – S. Messa con il Vescovo Renato 19 – Musica Iscriviti compilando il modulo sottostante. Vi aspettiamo!

A cura di don Ezio Del Favero

49 – L’eremita sul monte e la piuma

...gli porse un’antica piuma d’oca. «Secondo te, quanto pesa questa piuma?», gli chiese.

Un ragazzo abitava in una regione ricca di monti, conosciuta come “terra dei quattro fiumi e delle sei catene montuose”. Nelle valli di quella regione era predominante la scuola monastica dei Nyingmapa (il più antico dei quattro principali lignaggi del Buddhismo Tibetano), con importanti monasteri. Il territorio contava pochi residenti, sparsi in poveri villaggi di montagna. In inverno le giornate erano brevi, faceva buio presto … Continua a leggere 49 – L’eremita sul monte e la piuma »

A cura di don Giorgio Aresi (Solennità dell'Ascensione - anno C)

Un incontro che cambia la vita

Abbiamo bisogno ogni giorno di prendere in mano la nostra fede e aprire il cuore alla fatica di riconoscere i segni della presenza di Dio

Vorrei restare per sempre in un posto solo Per ascoltare il suono del tuo parlare […] Dimenticando il tempo troppo veloce […] Che l’oggi restasse oggi senza domani O domani potesse tendere all’infinito E lo vorrei Perché non sono quando non ci sei E resto solo coi pensieri miei ed io Vorrei restare per sempre in un posto solo Dimenticando il tempo troppo veloce Che … Continua a leggere Un incontro che cambia la vita »

Belluno, 27 maggio 2022 

Il nuovo Centro estivo apre il 13 giugno all’Istituto Sperti

La Diocesi di Belluno-Feltre lo affida alla cooperativa Kairos di Roma 

Il nuovo Centro Estivo per bambini e ragazzi di Belluno aprirà il prossimo 13 giugno presso lo storico Istituto Sperti. La Diocesi di Belluno-Feltre ne ha affidato la gestione alla cooperativa Kairos di Roma, che opera da tempo anche nella zona del bellunese con alcuni nidi per l’infanzia. Le attività, destinate inizialmente a bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni, prevedono laboratori, giochi, attività … Continua a leggere Il nuovo Centro estivo apre il 13 giugno all’Istituto Sperti »

A cura di don Ezio Del Favero

48 – La montagna divina e il lago sacro

In un vasto altopiano si trovava una città ricca e prospera...

In un vasto altopiano si trovava una città ricca e prospera, ma gli abitanti erano talmente pieni di superbia da credersi i padroni del mondo.  Un giorno arrivarono lì due viaggiatori che avevano attraversato l’intera Cordigliera delle Ande. Dopo tanto viaggiare, il loro aspetto era piuttosto miserevole e i loro abiti, un tempo signorili, ora cadevano a brandelli. I cittadini, poco inclini all’ospitalità, vedendo quegli … Continua a leggere 48 – La montagna divina e il lago sacro »

a cura di don Ezio Del Favero

47 – Il Castello sulla roccia

Su di un monte sopra la valle - dicevano - si ergeva un misterioso Castello, pieno di ricchezze favolose...

Su di un monte sopra la valle – dicevano – si ergeva un misterioso Castello, pieno di ricchezze favolose. Ma nessuno era mai riuscito a scoprirlo né a raggiungerlo, in quanto per farlo era necessario attraversare la foresta piena di precipizi, scalare ripide rocce, superare torrenti impetuosi, evitare insidie di ogni tipo. Dicevano anche che fosse abitato da una Principessa bellissima, la cui mano e … Continua a leggere 47 – Il Castello sulla roccia »

a cura di don Ezio Del Favero

46 – I tre laghetti di montagna

Da quel giorno, nei luoghi dove la giovane si era fermata, rimasero tre laghetti di colore diverso....

Due giovani fratelli di una valle montana erano soliti portare le loro mucche a brucare l’erba sugli alti pascoli sovrastanti il borgo dove vivevano. Talvolta scendevano a valle per portare i prodotti dell’alpeggio e per fare rifornimento di viveri e vettovaglie. Durante le loro discese in paese dai pascoli, i due fratelli conobbero la figlia di un ricco notabile locale, bellissima quanto capricciosa, ed entrambi se … Continua a leggere 46 – I tre laghetti di montagna »

a cura di don Ezio Del Favero

45 – Il giovane che combatté Inverno

Il popolo delle montagne era felice, con i torrenti pieni di pesci, i prati addolciti dalle bacche, la selvaggina nella foresta, i fiori…

Il popolo delle montagne era felice, con i torrenti pieni di pesci, i prati addolciti dalle bacche, la selvaggina nella foresta, i fiori… Ma quando i giorni si accorciarono e le foglie degli aceri caddero, il popolo ebbe paura. Le pareti delle capanne filtravano aria gelida e l’abbigliamento non teneva più caldo! Il terreno si faceva duro e cominciò a cadere la neve, mai vista. … Continua a leggere 45 – Il giovane che combatté Inverno »

a cura di don Ezio Del Favero

44 – Il ragazzo che visse con gli orsi

Gli orsi tornarono nella foresta e il ragazzo visse felice con lo zio, sempre amico degli orsi e degli altri animali della foresta. 

Tra le montagne e le foreste, un bambino orfano viveva con uno zio che gli dava poco da mangiare e lo vestiva di stracci e di mocassini consumati. Il piccolo dormiva fuori dalla tenda, lontano dal fuoco, ma non si lamentava, perché i suoi genitori gli avevano detto di rispettare gli adulti, sempre. Un giorno inaspettatamente lo zio lo invitò: «Andiamo a caccia!». Il ragazzo, … Continua a leggere 44 – Il ragazzo che visse con gli orsi »

a cura di don Ezio Del Favero

43 – Il borgo e il laghetto

In una regione alpina, sotto una catena di montagne tra cui spiccava una vetta oltre i 4.000 metri...

In una regione alpina, sotto una catena di montagne tra cui spiccava una vetta oltre i 4.000 metri, si trovavano dei laghetti, tra cui uno particolarmente bello e tra i pochi a ospitare dei pesci, per la gioia degli abitanti. Grazie alla pesca, i montanari potevano così arricchire la propria alimentazione, composta dai frutti della povera agricoltura di montagna e dall’allevamento di qualche mucca. Ma … Continua a leggere 43 – Il borgo e il laghetto »

a cura di don Ezio Del Favero

42 – La montagna impossibile

Tutti noi sappiamo che il leone è il re degli animali. Ma in questa foresta dove noi viviamo ci sono tre leoni molto forti.

In un paese africano, vi era una foresta addossata a delle alte montagne e abitata da diverse creature. Tra di esse, vi si trovavano gorilla, scimpanzé, macachi, ippopotami, rinoceronti, elefanti, giraffe, leopardi, zebre, antilopi, facoceri, sciacalli, coccodrilli, serpenti, pappagalli, farfalle, aquile, volatili dai mille colori… e anche leoni, che solitamente popolano le praterie e le savane, ma riescono ad adattarsi bene anche a territori morfologicamente … Continua a leggere 42 – La montagna impossibile »

a cura di don Ezio Del Favero

41 – «Tu volerai molto in alto!»

All'inizio Dio creò la Madre Terra ed essa divenne il suo giardino...

All’inizio Dio creò la Madre Terra ed essa divenne il suo giardino. Poi la Terra diede agli uomini tutto ciò di cui avevano bisogno per vivere. Gli abitanti delle montagne erano felici, fino a quando Orso Polare pose il suo manto bianco sul paese e soffiò il suo alito freddo dando origine all’inverno. Gli abitanti delle montagne furono costretti a trascorrere l’inverno all’interno dei loro … Continua a leggere 41 – «Tu volerai molto in alto!» »

Gli studenti delle scuole superiori guideranno le visite dal 23 aprile al 10 maggio

Il mistero della salvezza nei mosaici di san Marco

Mostra didattica itinerante nella chiesa di San Rocco a Belluno

A seguito del progetto “La Cappella degli Scrovegni: un’affascinante risorsa per tutta la scuola veneta, a 750 anni dalla nascita di Giotto”, realizzato a Belluno nel 2018, il Centro Culturale “Terzo millennio” di Chioggia e la Chiesa di Belluno-Feltre propongono una mostra analoga dal titolo “Il mistero della salvezza nei mosaici di san Marco”, che si terrà presso la Chiesa di San Rocco a Belluno, dal 23 aprile … Continua a leggere Il mistero della salvezza nei mosaici di san Marco »

A cura di don Ezio Del Favero

La muraglia e le lacrime

La bambina divenne una signorina bella e gentile, felice di prendersi cura di entrambe le famiglie

Al tempo in cui la Grande Muraglia cinese era in costruzione, due famiglie di montanari confinanti furono separate da essa: i Meng e i Jiang. Le due famiglie, che non avevano figli, per suggellare la loro amicizia piantarono nei rispettivi cortili due semi di zucca, uno per ogni lato della muraglia. Lo scopo era che i semi una volta germogliati rampicassero su per il muro per … Continua a leggere La muraglia e le lacrime »

a cura di don Ezio Del Favero

39 – La prodigiosa sorgente

Ancora oggi, in quel posto, sgorgano delle acque refrigeranti...

Una pineta correva su per la montagna, sommergendo la pietra con la sua ombra e il suo profumo di resina. Al di sopra delle cime dei pini una nuda guglia di roccia saliva erta incontro al cielo. Ai suoi piedi stavano accatastati enormi massi incrostati di licheni. In uno degli antri formati dai massi incastellati viveva una Fata.  Nei pressi di quel “Becco di pietra”, … Continua a leggere 39 – La prodigiosa sorgente »