Nella celebrazione del 12 settembre, presieduta dal Vescovo

Calalzo accoglie don Simone

La parrocchia di Calalzo è affidata al nuovo parroco, il parroco è affidato ai parrocchiani

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Giovedì 12 settembre 2019, nel corso di una solenne celebrazione presieduta dal vescovo Renato, è stato presentato alla popolazione di Calalzo il nuovo parroco, don Simone Ballis: agordino di origine, parroco di Domegge, Vallesella e Grea, ed ora anche di Calalzo. Don Simone succede a don Angelo Balcon, chiamato dal Vescovo a svolgere il suo ministero nelle tre Parrocchie della città di Feltre. Don Angelo aveva già salutato la popolazione il  primo settembre scorso, quando la comunità lo ha voluto ringraziare per il suo servizio svolto con grande umanità e disponibilità negli otto anni passati a Calalzo.

Anche in questa occasione la chiesa era gremita di parrocchiani, giunti per l’occasione anche da Domegge e Vallesella: segno di un cammino di collaborazione e di fraternità tra Parrocchie vicine. Gli onori di casa sono stati fatti dal Sindaco, onorevole Luca De Carlo, che ha avuto cordiali parole di saluto e di benvenuto per il nuovo Parroco, a nome di tutta la popolazione. Presenti anche molti confratelli della Convergenza foraniale di Cadore-Ampezzo-Comelico, assieme al papà ed al fratello di don Simone, mentre la mamma, scomparsa da poco, è stata ricordata dal Vescovo durante l’omelia, nella quale ha ancora ringraziato don Angelo e don Simone per il loro prezioso servizio e la loro disponibilità.

Al termine della celebrazione, dopo un breve discorso di saluto e di benvenuto da parte di un rappresentante del Consiglio pastorale e di quello per gli affari economici, sono stati consegnati a don Simone alcuni simbolici regali: una chiave, per aprire la sua nuova dimora; uno zaino, simbolo del viaggio di cammino appena iniziato; un bastone, simbolo di guida e sostegno per tutta la comunità.

Nel suo breve intervento, don Simone ha inteso ringraziare tutti: il Vescovo, per la fiducia; don Angelo, per l’amicizia corrisposta; i collaboratori delle tre le parrocchie e tutti i parrocchiani. Ha poi messo l’accento su due concetti, prendendo anche spunto dalle parole di don Angelo nell’ultimo bollettino parrocchiale: il primo “strade nuove“, quelle figurate o meno, che dovrà percorrere in questo nuovo cammino; e poi “con occhi nuovi“, quelli che gli serviranno in questa nuova, importante avventura. Al termine della celebrazione, prima della benedizione, il Vescovo ha salutato i presenti e ha tenuto a precisare che «la Parrocchia di Calalzo è sì affidata a don Simone, ma don Simone è affidato a voi!».

Roberto Toffoli

Foto di Mario De Martin