A don Elio Larese subentra don Giuseppe Bratti

Cambio di guardia al Lollino

Il ringraziamento di tutti a don Elio

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Dopo aver incontrato il Collegio docenti, il vescovo Renato rende pubblico il prossimo avvicendamento alla guida del Liceo “A. Lollino”, la scuola paritaria dipendente dal Seminario Gregoriano, in cui molti seminaristi hanno compiuto il loro percorso umanistico prima della formazione teologica, ma che dal 1972 è aperta anche ad alunni e alunne esterni.

Dopo 22 anni di servizio come preside e 43 anni di insegnamento, il prof. don Elio Larese lascia la presidenza dell’Istituto; continuerà però a mettere a frutto la sua lunga e ricca esperienza di insegnamento di lettere al Lollino, scuola alla quale, in particolare negli ultimi tempi, si è dedicato con convinzione e passione per un rilancio, che ha portato all’arricchimento della proposta formativa con l’integrazione del Liceo scientifico. Don Elio continuerà a svolgere anche il suo servizio liturgico nella Cattedrale, di cui è canonico. A lui il Vescovo esprime un ringraziamento, che è personale, ma è anche di tutto l’istituto scolastico e di tutta la diocesi.

Al posto di don Elio subentra il prof. don Giuseppe Bratti, insegnante di lettere classiche, che il 13 giugno scorso presso l’Istituto di Studi Ecumenici “San Bernardino” di Venezia ha conseguito anche la licenza in Teologia ecumenica (titolo equivalente alla laurea civile): la sua tesi su «Gasparo Contarini e il colloquio di Ratisbona» ha ricevuto convinti elogi dalla commissione esaminatrice. Don Giuseppe peraltro continuerà a svolgere il suo servizio pastorale domenicale nella parrocchia di Santa Giustina.

Contestualmente il Vescovo ha proposto la nomina del prof. Gianbattista Zampieri come vicepreside, in uno spirito di collaborazione tra tutte le componenti della Scuola.

La nomina di don Giuseppe è nel segno della continuità e significa un ulteriore investimento per il futuro del Lollino. Nel comunicarlo alla diocesi, il Vescovo sottolinea come «la scuola parificata del Lollino abbia tutte le credenziali per contribuire, in dialogo e in collaborazione con tutte le scuole presenti sul territorio, a una presenza culturalmente viva sul territorio bellunese, per un futuro promettente per le nuove generazioni. La specificità dell’ispirazione cristiana del Liceo Lollino – che attraverso la gestione del Seminario Gregoriano fa riferimento alla Diocesi – è un bene da condividere».