Archivi della categoria: Parabole della montagna

A cura di don Ezio Del Favero

12 – L’avventura della sorgente

«Tu lasciati assorbire nel vento… Fidati!»

Un rivolo d’acqua sgorgò da un’alta montagna dove un ghiacciaio, anche se ridotto di molto, era ancora lì, diversamente da altri ghiacciai scomparsi a causa dei mutamenti climatici. Il rivolo di suo portava poca acqua, ma, grazie a un fitto reticolo idrografico che si aggiunse durante il suo cammino, si allargò trasformandosi prima in torrente montano e poi in placido fiume via via sempre più … Continua a leggere 12 – L’avventura della sorgente »

A cura di don Ezio Del Favero

11 – L’illuminazione dalla Natura

La capacita di sentire l'inaudito e cambiare punto di vista per emanciparsi e migliorare

Un re mandò nella foresta il proprio figlio, il principe ereditario, presso il Maestro Saggio, perché imparasse le nozioni essenziali per diventare un buon governante nel momento della successione. Il Maestro inviò il giovane, da solo, nella foresta, per qualche tempo. Al suo ritorno gli chiese che cosa avesse sentito. Il principe fece un lungo elenco di suoni, a partire dai rumori emessi dagli animali, … Continua a leggere 11 – L’illuminazione dalla Natura »

A cura di don Ezio Del Favero

10 – La baita dei miracoli

Ebbene, ditemi, qual è il miglior lavoro del mondo?

Ladislao era la luce dei suoi occhi. Lei era rimasta vedova con quel figlio ancora piccolo e i due vivevano sulla montagna, in una chatka (baita) di legno isolata, con quello che le mucche e il bosco regalavano loro. Un giorno la donna andò col suo bambino a raccogliere lamponi e riempì un cestino pieno. Mentre tornava nella sua chatka, incontrò una vecchietta che le … Continua a leggere 10 – La baita dei miracoli »

A cura di don Ezio Del Favero

9 – I fratelli delle Montagne Rocciose

Chavatangakwunua e Weayaya scoprono l'origine del loro nome

Su di un elevato altopiano pianeggiante delle Montagne Rocciose, vivevano due fratelli indiani, intelligenti, coraggiosi e assetati di conoscenza. Il primo si chiamava Chavatangakwunua, “Piccolo arcobaleno”, il secondo Weayaya, “Sole che splende”. Una sera chiesero al vecchio saggio della tribù: «Parlaci dell’origine dei nostri nomi!» Il vecchio saggio si mise a raccontare. «Un tempo il Sole appariva solo per un attimo: spuntava a oriente e … Continua a leggere 9 – I fratelli delle Montagne Rocciose »

A cura di don Ezio Del Favero

8 – Il gigante della montagna

Gli uomini, gli uomini erano sempre più avidi

Molto tempo fa, appena sotto la cima più alta di un gruppo montuoso, all’interno di una grotta viveva un gigante, forte come un ciclope ma incapace di fare del male perché buono. I valligiani si recavano spesso sui monti e si avvicinavano senza paura al colosso buono e gli raccontavano le storie delle loro valli. Da parte sua, il gigante era felice quando gli abitanti … Continua a leggere 8 – Il gigante della montagna »

A cura di don Ezio Del Favero

7 – La coraggiosa quercia sul monte

Ai dodici rintocchi della mezzanotte si riunivano nella gola più profonda tra le rocce e poi....

In un paese di montagna, alcune streghe diffondevano il male e terrorizzavano gli abitanti con i loro sortilegi. Ai dodici rintocchi della mezzanotte, le “Incantatrici” si riunivano nella gola più profonda tra le rocce e poi, sotto la guida delle più anziane, compivano azioni malvagie col favore delle tenebre. Guai a coloro che sceglievano come bersagli per le loro perfide imprese! Invano i paesani, armati … Continua a leggere 7 – La coraggiosa quercia sul monte »

A cura di don Ezio Del Favero

6 – La Principessa e la Cordigliera

“Andrò anch’io al sud alla scoperta di quel paese selvaggio e delle sue meraviglie!”

Un sentiero s’insinuava tra le rocce ghiacciate della montagna, attraversando torrenti impetuosi per raggiungere il cuore della Cordigliera con le cime sempre coperte di neve. Alcuni uomini, provenienti dai paesi caldi, seguivano quel sentiero attraversando le terre ghiacciate per raggiungere il luogo dove crescevano l’erba, il muschio e la felce e dove trovavano ricchezze nascoste nel terreno e animali da pelliccia. Poi dal sud glaciale … Continua a leggere 6 – La Principessa e la Cordigliera »

A cura di don Ezio Del Favero

5 – Il pastorello e la sorgente

Si misero a scalare la montagna nella speranza di vedere i loro oggetti trasformati in oro.

Un bambino, nato in montagna, rimase orfano e non trovò nessuno che si prendesse cura di lui. Divenuto abbastanza grande, si fece assumere da un ricco contadino, prima come guardiano delle oche, poi come mandriano del bestiame. Anche durante la stagione fredda, viveva nella stalla dove solo il calore degli animali lo confortava un po’. Altro conforto non gli veniva certo dai servi della fattoria, … Continua a leggere 5 – Il pastorello e la sorgente »

A cura di don Ezio Del Favero

4 – La Rupe Parlante

...quando il freddo morde anche il cuore degli umani.

Un giorno un ragazzo indiano, molto abile benché assai giovane, durante una fredda giornata andò a cacciare e nel carniere raccolse diverse pernici. Mentre tornava verso il villaggio, avvertì tanta stanchezza e tanto freddo, da doversi sedere accanto a una roccia erta, scoscesa, elevata e di notevoli proporzioni, con i contorni di una figura umana. Il giovane sentì una voce e si accorse che a … Continua a leggere 4 – La Rupe Parlante »

A cura di don Ezio Del Favero

3 – La vecchia baita in montagna

Stavano per bussare, quando furono assaliti da una paura terrificante...

Tanti anni fa, all’alba, due pastorelli salirono in montagna per portare il loro gregge a pascolare in una valle poco frequentata. Giunti sul posto, le pecore cominciarono placidamente a brucare l’erba e i due bambini si misero a giocare. Presi dai loro giochi, i pastorelli non si accorsero che le pecore erano risalite lungo il pendio, alla ricerca di erba più verde e più fresca. … Continua a leggere 3 – La vecchia baita in montagna »

A cura di don Ezio Del Favero

2 – La montagna e le storie dell’uccellino

«Tornerò il prossimo anno con nuove storie»

Tanti anni fa, in un luogo remoto, viveva una montagna solitaria e triste. Quella montagna, sentendosi terribilmente sola, si diceva: «Spesso ho visto il sole sorgere e tramontare, il giorno e la notte. Ho visto le nuvole arrivare e scomparire e la pioggia cadere silenziosa. Ho visto passare le stagioni – primavera, estate, autunno e inverno – e nessuno si è mai avvicinato a me!» Nonostante tutto, … Continua a leggere 2 – La montagna e le storie dell’uccellino »

A cura di don Ezio Del Favero

1 – Il ragazzo e l’avventura sul monte

Su quella pietra antidiluviana si schiuse un'amicizia

Il 21 giugno, inizio dell’estate, un ragazzo decise di salire sulla montagna che dominava il villaggio dove viveva. Si recò ai piedi del monte e iniziò l’ascensione. La luce era bella, moscerini e api selvatiche volavano di qua e di là, gli uccelli lo accompagnavano. Il ragazzo raggiunse un ruscello limpido dall’acqua trasparente e lì sceglie un ciottolo bianco a forma di cuore. Ma nella … Continua a leggere 1 – Il ragazzo e l’avventura sul monte »