Archivi della categoria: Un’omelia della Domenica

V domenica di Quaresima – Anno A

Una cornice molto bella dà anche risalto al quadro. La cornice di questo evento di resurrezione è un’amicizia profonda. Trasuda da tutto il racconto: dalla definizione del rapporto che correva tra Gesù e quei tre fratelli di Betania, dalle molte lacrime che vengono sinceramente versate da tutti senza distinzione, dai commenti dei discepoli e dei giudei. La carica umana dell’avvenimento è pienamente garantita, reso, così, … Continua a leggere V domenica di Quaresima – Anno A »

IV domenica di Quaresima

Prima di arrivare alla luce, quanta foschia! Le idee sembrano accavallarsi, le opinioni scontrarsi, e il risultato è la nebbia totale. È una pagina evangelica piena di incertezze e polemiche, di dubbi e di scoperte consolanti. Ma quando Gesù riprende in mano la situazione si possono scorgere con nitidezza alcuni dati precisi: lui ha guarito un uomo cieco dalla nascita – gli oppositori di sono … Continua a leggere IV domenica di Quaresima »

III domenica di Quaresima

Possiamo dire di aver incontrato un vangelo eccezionale? Perfino le virgole di questo brano vanno valorizzate; perfino i gesti dei due protagonisti principali; perfino l’ora di questo evento, mezzogiorno, che è l’ora in cui Gesù starà regalmente appeso alla croce adempiendo le ultime formalità della salvezza, cioè le ultime formalità per narrare all’uomo la profondità dell’amore di Dio. È proprio questo il tema della terza … Continua a leggere III domenica di Quaresima »

II domenica di Quaresima

«È il figlio mio, l’amato, oggetto di tutta la mia benevolenza». Un papà non oserebbe pronunciare una simile lode, temendo di essere frainteso, o di non dire tutta la verità. Gesù riceve dal Padre, durante questo episodio così misterioso, l’elogio più bello che un figlio può meritarsi. Nel momento in cui traspare un po’ della sua luce, della sua vera identità, Gesù viene dichiarato “conforme” … Continua a leggere II domenica di Quaresima »