Archivi della categoria: Un’omelia della Domenica

a cura di don Vito De Vido (1ª domenica di Avvento - anno A)

Il Signore verrà e manterrà le sue promesse

Più di ogni altra cosa ci chiede di arrivare liberi

Il tempo dell’Avvento che oggi cominciamo ci prepara al Natale. Siamo abituati a vivere questi giorni protesi a celebrare la nascita di Cristo. Ma se ci limitassimo a preparare il presepe, decorare le nostre case con luci sfavillanti e fronde verdi, non renderemmo davvero fruttuoso lo scorrere di queste settimane. Cristo è nato, e non deve nascere un’altra volta! Avvento significa che deve ancora venire, … Continua a leggere Il Signore verrà e manterrà le sue promesse »

A cura di don Sandro De Gasperi (solennità di Cristo Re - anno C)

Ha rubato anche il Paradiso

Impariamo da un ladrone, pentito e salvato, a rubare la fede e a strappare il segreto della regalità di Gesù Cristo

«In Lui furono create tutte le cose nei cieli e sulla terra. Egli è prima di tutte le cose, tutte in lui sussistono. Egli è anche il capo del corpo, della Chiesa. Egli è principio»: la celebrazione di Cristo che Paolo affida alla comunità di Colossi è vorticosa, un impegnativo crescendo che ci porta a riconoscere che tutta la storia è riassunta da Gesù. La … Continua a leggere Ha rubato anche il Paradiso »

A cura di don Sandro De Gasperi (33ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Attendiamo la pienezza del Regno

Il cristiano non presta attenzione alla fine del mondo, perché è l’ospite sbagliato; attende il Cristo risorto

Salire – o peggio ancora, scendere – poggiando il piede su un sentiero malsicuro, o per il ghiaino infido o per il terreno cedevole, non è certo una bella esperienza: la mente raccoglie tutte le energie per affrontare con la dovuta attenzione il percorso, i piedi si aggrappano alla scarpa, le mani stringono con forza i bastoncini che consentono di ottenere un punto fermo. Non … Continua a leggere Attendiamo la pienezza del Regno »

A cura di don Sandro De Gasperi (32ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Il Dio che ci sta davanti

L’autunno è tempo favorevole per riflettere sulla finitezza della nostra vita

I colori dei nostri boschi, l’aria tersa e pulita che ci lascia godere panorami mozzafiato, il calore del sole hanno accompagnato, nei giorni appena trascorsi, molti di noi nella visita dei nostri cari che riposano nei cimiteri. L’autunno, con la sua coloratissima bellezza, il freddo che inizia a farsi sentire, le piogge che rendono le giornate cupe, è il tempo favorevole per riflettere sulla finitezza … Continua a leggere Il Dio che ci sta davanti »

A cura di don Sandro De Gasperi (31ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Oggi devo fermarmi a casa tua

Dio ha tempo, tanto tempo da dedicare ai cuori che chiedono di incontrarlo

Forse è capitato anche a voi di stare in mezzo alla folla e di desiderare di avvicinarvi a qualcosa per vederlo, per ascoltarlo, per comprenderlo meglio. Il Vangelo di oggi comincia proprio con questa situazione di disagio e di desiderio: l’evangelista Luca calca la mano sulla bassa statura di Zaccheo, che sicuramente – data la professione di ricco esattore delle tasse, inviso al suo popolo … Continua a leggere Oggi devo fermarmi a casa tua »

A cura di don Sandro De Gasperi (30ª domenica del tempo ordinario - anno C)

La bellezza dell’amore ricevuto

La differenza tra una preghiera che celebra chi la pronuncia e una preghiera che rinnova e avvicina a Dio

Un grande testimone del secolo scorso, il teologo evangelico Dietrich Bonhoeffer, ucciso dai nazisti a causa della sua opposizione al regime di Hitler, in una bellissima preghiera per i giorni di Natale scriveva di uomini che, nella loro tribolazione, vanno a Dio per chiedere aiuto, protezione, salvezza. Non sappiamo che cosa muova i due protagonisti della parabola che la liturgia ci propone in questa domenica: … Continua a leggere La bellezza dell’amore ricevuto »

A cura di don Sandro De Gasperi (29ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Troverà la fede sulla terra?

Il tempo, che ci separa dal ritorno di Gesù nella gloria, non è un tempo di ozio, di rassegnazione, di vuoto

“Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi”, si dice talvolta con un proverbio: è un modo per sottolineare l’importanza di dettagli che spesso si rivelano determinanti per scoprire le bugie o per dirimere situazioni. Anche nella Parola che abbiamo appena ascoltato, vi sono dettagli che ci aiutano ad accogliere la buona notizia che ci viene annunciata. La domanda che chiude il brano evangelico … Continua a leggere Troverà la fede sulla terra? »

A cura di don Sandro De Gasperi (28ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Ritorna alla fonte della guarigione

Un cristiano sa ritornare sui suoi passi, per riconoscere di essere stato beneficato gratuitamente

Dieci persone, accomunate da una malattia tremenda, che, piano piano, si prende le estremità del corpo e rende incapaci di essere autonomi, il Vangelo non ci dice se sono tutti maschi o se c’è tra loro anche qualche donna. Dieci persone, accomunate dallo stigma sociale che grava su di loro: per proteggere le città e i villaggi da un contagio incontrollato, erano state considerate Parola … Continua a leggere Ritorna alla fonte della guarigione »

A cura di don Sandro De Gasperi (27ª domenica del tempo ordinario - anno C)

«Signore, aumenta la nostra fede!»

Gli apostoli, con una domanda bellissima, chiedono a Gesù di aggiungere fede alla fede

«Violenza!», urla il profeta Abacuc, rivolto al Signore, osservando la realtà che lo circonda: iniquità, oppressione, liti e contese. «Violenza!» è il grido che anche noi, spesso, facciamo nostro, riconoscendo che la nostra umanità viene violata, impoverita, non riconosciuta nella sua dignità e nella sua preziosità. A questo grido, all’impossibilità di tacere, al rumore crescente che la violenza – e la guerra, e i dissidi … Continua a leggere «Signore, aumenta la nostra fede!» »

A cura di don Sandro De Gasperi (26ª domenica del tempo ordinario - anno C)

«Siamo fatti per amare, nonostante noi»

Accorgiti del povero davanti alla porta, di quanto accade fuori della finestra, delle conseguenze delle tue azioni

«Siamo fatti per amare, nonostante noi», canta Nek in uno dei suoi successi: nonostante le difficoltà e le sfide che ciascuno di noi incontra nel suo cammino, sappiamo che ci sono relazioni che ci fanno sentire vivi, che danno senso alla nostra esistenza, che sono parti di noi. Siamo intessuti delle storie che abbiamo incrociato, delle persone che abbiamo incontrato, dell’educazione e degli esempi che … Continua a leggere «Siamo fatti per amare, nonostante noi» »

A cura di don Sandro De Gasperi (25ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Amici con la ricchezza disonesta

Amministriamo sempre in maniera disonesta la ricchezza di Cristo, perché nessuno è degno di Dio

I mezzi di comunicazione sono spesso occupati da notizie circa truffe, frodi e uso disinvolto del denaro altrui: l’antico motto latino “Pecunia non olet” (il denaro non puzza, per sottolineare che il denaro può essere usato senza troppo riguardo a chi lo possiede perché, appunto, non ha odore) sembra riassumere l’atteggiamento di chi si lascia andare alla speculazione, di chi non esita a ricorrere al … Continua a leggere Amici con la ricchezza disonesta »

A cura di don Sandro De Gasperi (24ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Ritrovati per sempre

È Dio il modello dell’amore che siamo chiamati a fare nostro: un amore che lascia liberi, ma che non si rassegna mai

Raccontare una storia è uno dei gesti più antichi dell’umanità e uno dei più ricchi di significato: attraverso il racconto, veicoliamo una visione del mondo e codici di comportamento, trasmettiamo il senso che, faticosamente, generazione dopo generazione, siamo riusciti a scovare tra le pieghe dell’esistenza. Nel racconto ci immedesimiamo, ci lasciamo coinvolgere con il cuore e la mente, ci emozioniamo. Gesù sceglie proprio il racconto … Continua a leggere Ritrovati per sempre »

a cura di don Sandro De Gasperi (23ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Mai avrei immaginato

La sapienza è l’arte di scoprire la vita di Dio nelle pieghe della nostra quotidianità

«Mai avrei immaginato quello che stava per succedere», commentava, con voce tremolante e con il cuore gonfio di commozione, Albino Luciani, dalla loggia centrale della Basilica di San Pietro. È il sentimento che percepiamo forte anche noi, oggi, mentre a Roma, papa Francesco dichiara beato questo prete figlio delle nostre montagne e delle nostre valli. Il libro della Sapienza, che ha aperto la liturgia della … Continua a leggere Mai avrei immaginato »

A cura di don Sandro De Gasperi (22ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Evangelizzazione o autopreservazione?

Sogniamo una Chiesa capace di far trasparire la gioia della festa che scaturisce dall’incontro con Dio

Ho letto qualche settimana fa su un giornale che non si può affermare di essere stati abbastanza tempo a Vienna, se ancora ci si vergogna a fissare intensamente le persone in metropolitana: a quanto pare, la curiosità degli abitanti della capitale austriaca supera la discrezione e consente loro di osservare attentamente gli ignari viaggiatori. Tralasciando queste note di colore sui viennesi, forse a volte un … Continua a leggere Evangelizzazione o autopreservazione? »

A cura di don Sandro De Gasperi (21ª domenica del tempo ordinario - anno C)

La porta stretta

In tutto l’universo, non esiste un granello di polvere, dove Dio non sia presente

Per impedire il gemellaggio di Brescello con un paesino della campagna russa, don Camillo aveva imbracciato l’arma del digiuno a oltranza; dopo la visita di Peppone, che lo aveva fatto ovviamente arrabbiare, il simpatico parroco della Bassa si era rivolto al Cristo, che gli aveva ricordato bonariamente – tra le altre cose – che «in tutto l’universo, non esiste un granello di polvere, dove Dio … Continua a leggere La porta stretta »

A cura di don Sandro De Gasperi (20ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Altro che anestesia…

Tre sono i doni di Gesù: il fuoco, il battesimo, la lacerazione

L’anestesia è forse una delle più geniali invenzioni dell’intelletto umano: con un farmaco, si rende insensibile una data parte del corpo, in modo da poter operare senza pericolo di provocare reazioni di dolore e poter guarire in sicurezza. Senza anestesia, forse nessuno di noi andrebbe dal dentista e pochi si sottoporrebbero agli interventi: in medicina, l’anestesia è una grande conquista. A volte, però, anche la … Continua a leggere Altro che anestesia… »

A cura di don Sandro De Gasperi (19ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Non temere, piccolo gregge

Il cristiano custodisce nel cuore la faticosa attesa del Signore risorto

Gente di poca fede è l’eloquente titolo di uno studio sociologico del 2019 che indaga la situazione della religione in Italia. Nonostante una viva ricerca di spiritualità, le conclusioni sono – inevitabilmente – negative per una certa forma di cristianesimo: il cattolicesimo italiano, così tenacemente radicato nel popolo del Belpaese da definirlo “popolo di santi e navigatori”, è affaticato. Non è una situazione lontana dalle … Continua a leggere Non temere, piccolo gregge »

A cura di don Sandro De Gasperi (18ª domenica del tempo ordinario - anno C)

Tenetevi lontani da ogni cupidigia

Gli imprevisti della vita di sant’Ignazio rendono concreta e vicina la Parola di Dio di questa domenica

Il giovane cuore di Ignazio è popolato di figure epiche, che vivono le avventure cavalleresche di cui è ricca la letteratura spagnola. E spesso, questo giovane basco sogna di conquistare fortezze, di rapire i cuori di avvenenti fanciulle, di accumulare ricchezze e gloria. Ignazio lavora duramente per rendere concreti i suoi sogni: nel 1521, combatte per difendere la città di Pamplona, assediata dai Francesi. Viene … Continua a leggere Tenetevi lontani da ogni cupidigia »

A cura di don Sandro De Gasperi (17ª domenica del tempo ordinario - anno C)

L’arte della preghiera

...è entrare nella relazione che intercorre tra Gesù e il Padre

Forse è capitato anche a voi, in un incubo notturno, di precipitare o di dover avvisare qualcuno di un pericolo imminente: la sensazione spiacevole che si prova non è data tanto dalla caduta o dalla minaccia incombente, quanto piuttosto dal non riuscire a emettere suono, a comunicare il proprio disagio. L’essere umano è fatto per comunicare: lo facciamo informalmente, nella vita di tutti i giorni, … Continua a leggere L’arte della preghiera »

A cura di don Sandro De Gasperi (16ª domenica del tempo ordinario - anno C)

L’incontro prima delle cose da fare

Risaliamo al desiderio di Gesù, a quanto chiede di trovare

Siamo poco abituati a perdere tempo: le nostre lamentele, generalmente, si concentrano su quello che non funziona e che non ci permette di risolvere i nostri problemi lavorativi, familiari o di salute con sufficiente velocità. Siamo umani veloci: bisogna fare tutto, bisogna fare presto, bisogna fare bene. Misuriamo il valore del tempo in base a quante cose riusciamo a infilare nelle agende: siamo incredibilmente vicini … Continua a leggere L’incontro prima delle cose da fare »