Cristiani e musulmani bellunesi: viaggio in Marocco insieme

Proposta dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Conta qualche anno ‘‘il viaggio del dialogo’’ intrapreso tra le comunità cristiane e islamiche della diocesi di Belluno-Feltre, ma la strada percorsa è già stata molta. Una nuova tappa, ambiziosa, di questo percorso sarà il viaggio che alcuni rappresentanti delle due comunità intraprenderanno in Marocco nei giorni successivi alla Pasqua, dal 23 al 29 aprile p.v.

Il viaggio ha come obiettivo la scoperta dei luoghi del rapporto tra musulmani e cristiani in Marocco, in un’esperienza speculare a quella che avviene a Belluno-Feltre e in molti altri contesti d’Italia e d’Europa. Inizierà quindi con la visita alla comunità cristiana nella città imperiale di Fes, prosegue con Midelt sulla catena montuosa dell’Atlas per incontrare la comunità dei monaci trappisti e frère Jean-Pierre Schumacher, sopravvissuto alla strage di Tibhirine in Algeria (i monaci sono stati beatificati l’8 dicembre scorso a Orano); indugia con l’affascinante esperienza nella città imperiale di Marrakech e la comunità francescana. L’ultima tappa sarà la città di Casablanca, con la comunità della parrocchia di Nostra Signora di Lourdes e la visita della moschea di Hassan II. Il viaggio comprende anche la sosta di un giorno, il 26 e il 27 aprile, a Ouarzazate, dove se possibile si incontrerà anche la comunità di monache francesi che ha scelto il Marocco per la presenza claustrale.

Lungo le giornate ci sarà il tempo per la preghiera delle due comunità; le celebrazioni eucaristiche saranno tenute, quando possibile, nelle chiese marocchine.

La partenza, martedì 23 aprile mattina, sarà dall’aeroporto di Treviso e il ritorno presso l’aeroporto di Bergamo, lunedì 29 aprile. L’organizzazione tecnica del viaggio è affidata all’agenzia «Impronte viaggio» di Padova e la quota di iscrizione è di 900 euro, che comprende il volo, la pensione completa, il pullman, la guida in italiano. Accompagna il viaggio il Vescovo Renato Marangoni, con il delegato diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso don Giuseppe Bratti. A quest’ultimo ci si può rivolgere per le info e le iscrizioni: cell. 328.30.38.880 (meglio Wapp o sms) oppure ud.ecumenismo@chiesabellunofeltre.it. Ci sono ancora alcuni posti disponibili e la preiscrizione è richiesta entro il 20 gennaio.