EPIFANIA- Viene riproposta la Giornata Missionaria dei Ragazzi, anch’essi “Battezzati e inviati”

Impegno per i ragazzi: “Inviati a rinnovare il mondo”

I ragazzi missionari sono lanciati da Gesù nel mondo, per rinnovarlo, comunicando il Suo amore

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Quest’anno il tema della Giornata Mondiale dei Ragazzi, che si celebra il 6 gennaio, è “Inviati a rinnovare il mondo”.
La Giornata è proposta ogni anno dalla fondazione “Missio”, organismo pastorale costituito dalla Conferenza Episcopale Italiana al fine di sostenere e promuovere la dimensione missionaria della comunità ecclesiale italiana, con particolare attenzione alla “missio ad gentes” e alle iniziative di animazione, formazione e cooperazione tra le Chiese.

Il tema della Giornata
Così Missio presenta la Giornata del 6 gennaio 2020:  «La Giornata Missionaria dei Ragazzi sarà illuminata dal tema dell’ottobre missionario straordinario “Battezzati e inviati”. Il tema intende risvegliare la coscienza di tutta la comunità cristiana circa la responsabilità di ogni battezzato di sentirsi chiamato a essere testimone della sua fede e, pertanto, inviato e missionario. Per i ragazzi abbiamo tradotto questo tema con lo slogan “Inviati a rinnovare il mondo”: ogni ragazzo, partendo dalla riscoperta del proprio Battesimo, deve sentirsi chiamato a essere testimone di Gesù in mezzo ai suoi coetanei e attento anche a tutti coloro che lo testimoniano fino agli estremi confini della terra. È lui che fa nuove tutte le cose; lui che ci insegna un nuovo modo di vivere in famiglia, con gli amici, nella scuola, nel gioco, nell’attenzione verso coloro che sono più isolati o meno accolti, nella vera amicizia e nella fraternità. Se impariamo a vivere alla maniera di Gesù, possiamo veramente rinnovare il mondo in cui viviamo. È questo l’augurio che porgiamo a tutti i ragazzi missionari, come pure a tutti gli animatori educatori e responsabili della loro formazione…»

Il significato del manifesto
Il manifesto della Giornata di quest’anno focalizza l’attenzione sulle parole “Battesimo” e “Invio”.
Di qui vengono proposte suggestioni e immagini che facilitano la trasposizione grafica del messaggio contenuto nello slogan.
La parola “battesimo” significa “immersione”: immersione nella vita di ogni giorno, nella storia del mondo per rinnovare tutte le cose alla luce del Vangelo. In una sua catechesi papa Francesco ricordava: «Il Battesimo permette a Cristo di vivere in noi e a noi di vivere uniti a Lui, per collaborare nella Chiesa, ciascuno secondo la propria condizione, alla trasformazione del mondo». E ancora: «Immergendoci in Cristo, il Battesimo ci rende anche membra del suo Corpo, che è la Chiesa, e partecipi della sua missione nel mondo».
Nel Battesimo riscopriamo la natura di inviati, che nel manifesto viene evidenziata dal lancio di aereoplanini di carta da parte di Gesù, col volto di bambino.
Ogni aereoplanino è realizzato simbolicamente con carta di giornale, proprio per sottolineare l’esigenza di abitare la storia, non esserne estranei ma viverla da protagonisti.
Su ogni aereo di carta vi sono bambini di diversa nazionalità, con una fiammella sul capo che rappresenta lo Spirito Santo a indicare che i ragazzi missionari sono inviati nel mondo da Gesù stesso: «Avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni».
In definitiva: i ragazzi missionari sono lanciati da Gesù nel mondo per rinnovarlo, comunicando il Suo amore.

La celebrazione della Giornata
In questa Giornata speciale, in cui la Chiesa guarda al mondo intero, viene posta una particolare attenzione a tutti i bambini del Mondo: tutte le comunità cristiane sono invitate a celebrare la Giornata Missionaria dei Ragazzi, conosciuta anche come Giornata dell’Infanzia Missionaria.
Bambini e ragazzi, anche nel bellunese e nel feltrino, sono chiamati a sostenere, con la preghiera e la solidarietà, i loro coetanei sparsi nel mondo.
A proposito dell’invito “Inviati a rinnovare il mondo”, vi sono dei ragazzi e delle ragazze, anche da noi, che si impegnano come “missionari”, individualmente o in gruppo. E sono tante le iniziative che anche i nostri, piccoli e giovani, realizzano e possono realizzare per le Missioni…

L’équipe dell’Ufficio Missionario