La Chiesa di Belluno Feltre va online

Parte il sito diocesano 3.0

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Anche la Chiesa è entrata nell’era digitale e con lei la diocesi di Belluno-Feltre che – dopo anni di presenza in internet con due siti gestiti in loco – aderisce al progetto nazionale della Conferenza Episcopale Italiana per consentire alle Chiese locali di comunicare online, offrendo un facile accesso a informazioni istituzionali, servizi, contatti, orari, notizie, eventi e molto altro. È online da alcuni giorni il sito www.chiesabellunofeltre.it, curato dal nuovo “Ufficio diocesano di pastorale della comunicazione e della cultura”, che il vescovo Renato ha affidato a don Davide Fiocco.

«La nostra diocesi – spiega don Davide – ha aderito al progetto “WEBdiocesi”, che ha l’obiettivo di realizzare delle piattaforme web capaci di adattarsi alle necessità comunicative delle Chiese italiane. Il primo compito, su indicazione del Vescovo, che in primavera ha istituito un Ufficio e un gruppo di lavoro apposito, è stato quello di collaborare con il fornitore del software per la realizzazione della nuova struttura web, cui si appoggeranno in futuro anche altri servizi, come, ad esempio, la pubblicazione on line degli orari di tutte le Sante Messe sul territorio».

Il sito, andato online in questi giorni, offre ancora pochi contenuti, presentati con una veste grafica molto pulita, chiara e ordinata, ma nelle prossime settimane è previsto l’inserimento di altre sezioni e di una sorta di linea diretta con i vari Uffici Pastorali sul territorio. «Abbiamo deciso di realizzare prima il contenitore, per poi organizzarci tutti insieme per riempirlo», continua don Davide, sottolineando che «anche questo modo di procedere, in fondo, significa essere Chiesa».

«Abbiamo cercato di costruire uno strumento capace di accogliere e di diffondere», continua. «Sia nello sviluppo del sito, che nella decisione di collegarlo ai social network, abbiamo infatti tenuto in considerazione l’esortazione del Papa ad andare nelle periferie e raggiungere chi oggi è distante e vive ai margini della società. Le notizie pubblicate online possono infatti essere riproposte dagli utenti nei loro canali social, come ad esempio Facebook, condividendo così le informazioni con i propri amici e contribuendo a diffonderle sul territorio e non solo».

Il nuovo volto online della Chiesa di Belluno-Feltre non parte da zero, perché già esisteva il sito www.diocesi.it e perché nasce da un lavoro di analisi e ripensamento di tutte le esperienze diocesane in materia di comunicazione digitale, web e social. Il nuovo Ufficio diocesano per la comunicazione ha lavorato a stretto contatto con la Tipografia Piave, in cui ha riconosciuto il partner idoneo per questo progetto, grazie alle risorse e alle competenze in comunicazione, progettazione, grafica e anche contenuti, maturate in tanti anni di attività. Lo sviluppo informatico è stato invece affidato alla società IDS&Unitelm, che è il partner tecnico a livello nazionale del progetto della Cei e con cui si è instaurata un’ottima sinergia.

Il nuovo indirizzo di riferimento per la provincia non è quindi più diocesi.it, ma chiesabellunofeltre.it e anche questa scelta non è stata fatta a caso: «Vogliamo riconoscerci anche nell’indirizzo!», spiega don Davide. «Siamo anche diocesi.it, certo, come tutte le diocesi italiane. Ma ancor di più siamo e dobbiamo ad essere Chiesa. Lo slogan del Sinodo diocesano apostrofava così le nostre comunità: “Chiesa che sei in Belluno-Feltre”; da qui: www.chiesabellunofeltre.it».

Lucia Tonini