Avvicendamenti in Valle del Biois, in Valle del Boite, a Visome e a Cesiomaggiore

Mandati di ministero

La collaborazione tra parrocchie vicine si estende a quasi tutte le comunità della diocesi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il vescovo Renato, dopo aver incontrato i Consigli pastorali delle parrocchie coinvolte, rende pubblici questi mandati di ministero. Oggi, solennità dell’Assunzione di Maria, questi avvicendamenti tra i parroci sono stati comunicati alle numerose comunità parrocchiali interessate.

Don Giuseppe Bortolas lascia la parrocchia di Visome e diventa parroco di Cibiana, Valle di Cadore e Venas.

La cura della comunità di Visome viene assunta da don Marco De March, che resta parroco di Castion. Avrà la collaborazione di don Diego Puricelli che, compatibilmente con la ricerca dottorale che sta svolgendo, sarà vicario pastorale di entrambe le comunità.

A don Vito De Vido, finora parroco di Cibiana, Valle di Cadore e Venas, il Vescovo ha proposto di assumere la cura delle parrocchie di Canale d’Agordo e Vallada Agordina. Alle due parrocchie, che ormai dal 2000 condividono il parroco, il Vescovo raccomanda di dare continuità al cammino di fraternità interparrocchiale, nel contesto più ampio del territorio, avviando un vicendevole sostegno collaborativo in particolare con le parrocchie di Caviola e di Falcade.

Le parrocchie di Caviola e Falcade vengono affidate a don Andrea Piccolin, fino ad oggi parroco di Cesiomaggiore e di Soranzen, dove ha avuto una significativa e positiva esperienza alla guida di due parrocchie. Come annunciato ai due Consigli pastorali parrocchiali, secondo le indicazioni diocesane, anche alle due parrocchie di Falcade e Caviola viene ora chiesto un cammino di maggiore collaborazione: nessuna delle due parrocchie perde la propria identità, mentre sono chiamate a sostenersi in fraternità. La collaborazione dovrà gradualmente estendersi alle parrocchie vicine, in particolare Canale d’Agordo e Vallada. È un nuovo modo di vivere la comunità cristiana, che ormai riguarda quasi tutte le parrocchie della nostra diocesi.

Le parrocchie di Cesiomaggiore e Soranzen – a seguito di un accordo con i superiori dei salesiani – sono affidate a don Samuel Gallardo, prete salesiano. Nato in Cile il 2 marzo 1958, è stato ordinato presbitero a Betlemme nel 1993, dopo di che ha svolto il ministero in Medio Oriente. Tornato in Italia ha esercitato il ministero a Marghera e a Tolmezzo. Legato alla comunità di San Giovanni Bosco in Belluno fin dal 2014, finora don Samuel ha svolto il servizio di vicario parrocchiale, ultimamente a Limana. Nell’estate del 2017 era divenuto assistente della “Farmacia dell’Immacolata”, che opera a vantaggio delle persone bisognose; ha svolto servizio anche nella Casa circondariale di Baldenich.

Nell’occasione il Vescovo esprime riconoscenza a don Bruno De Lazzer, finora parroco di Caviola: per l’età lascia la responsabilità diretta di parroco, ma continuerà ad esercitare il ministero di prete in Agordino, in collaborazione con i parroci. Ringrazia ancora don Mariano Baldovin, finora parroco di Canale d’Agordo e Vallada, per la disponibilità con cui ha risposto alla richiesta di cambio pastorale; don Sandro Gabrieli, finora parroco di Falcade, chiamato a svolgere il servizio di parroco nelle comunità di Bribano, Roe e Sedico; e così tutti gli altri preti – e sono numerosi – che in queste settimane hanno accettato la proposta di assumere un nuovo ministero e di cambiare sede.