Domenica 17 giugno nella chiesa di Paderno

Nadia Cecchin entra nell’Ordo Virginum

Un segno ripristinato dopo il Concilio Vaticano II

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La celebrazione inizierà alle 10 e sarà presieduta dal nostro Vescovo Renato. L’Ordo Virginum è una forma di vita consacrata femminile riconosciuta ufficialmente dalla Chiesa: è una “categoria” (ordo) di donne, che si impegnano a non sposarsi e a mantenere la promessa di castità (virginum = delle vergini), per donare la propria vita al Signore, a servizio della propria diocesi, nella vita di tutti i giorni.

Fu il Concilio Vaticano II ad ammettere di nuovo questa modalità di consacrazione religiosa, che era in auge nei primi secoli della Chiesa e che attualmente si sta diffondendo in molte diocesi. L’Ordo Virginum non è una congregazione o un ordine religioso: non ci sono regolamenti né costituzioni, non c’è un abito né vita comunitaria, non vengono formulati voti. Ognuna di esse vive del proprio lavoro, condivide la vita ordinaria di tutti e mette a disposizione della Chiesa locale il proprio tempo e le proprie capacità. L’unico segno visibile è l’anello nuziale che – assieme al libro della Liturgia delle Ore – le viene consegnato durante il rito di consacrazione e che identifica la vergine consacrata come sposa di Cristo. Importante è il significato simbolico di questa vocazione: con la sponsalità essa è posta come segno visibile della Chiesa sposa, che attende e cerca il Cristo sposo, non mette niente davanti a Lui, vive per Lui, ama tutti in Lui e in Lui trova tutta la pienezza e la felicità della propria vita.

In questi anni, Nadia Cecchin ha vissuto il suo inserimento nella vita della sua parrocchia – ulteriore elemento caratteristico della vocazione dell’Ordo Virginum – svolgendo il servizio di sacrista, di ministra della comunione per gli ammalati, di catechista per i ragazzi delle Medie, partecipando settimanalmente al Gruppo del Vangelo e, per un certo periodo, a quello di approfondimento dell’esortazione apostolica di papa Francesco Evangelii Gaudium.