Giovedì 7 febbraio al Centro Papa Luciani

Secondo incontro del Consiglio Presbiterale

All'odg la collaborazione fra comunità cristiane confinanti

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Giovedì 7 febbraio, presso il Centro Papa Luciani di Santa Giustina, si è tenuto il secondo incontro del Consiglio Presbiterale, eletto per il quinquennio 2018-2023. Dopo la prima convocazione, in cui erano state designate le figure che avrebbero accompagnato il lavoro del Consiglio stesso, stavolta si è iniziato a riflettere sulla realtà attuale che il presbiterio diocesano sta vivendo in rapporto alle comunità parrocchiali.

Tema portante di questo incontro e dei prossimi sarà la realtà nuova della collaborazione fra comunità cristiane confinanti: non si tratta solamente di garantire dei “servizi”, bensì di formare un “pensare ecclesiale” che possa ispirarsi alle comunità apostoliche della prima ora. Questo permetterebbe ai preti in servizio alle parrocchie di affrontare il ministero anche con una maggiore serenità, che spesso oggi viene messa a rischio dalle numerose incombenze che gravano sulle spalle del pastore. I numeri legati alle fasce d’età e ai diversi ministeri dei preti della nostra diocesi, chiedono al Consiglio Presbiterale – ma lo chiedono a tutta la nostra Chiesa locale – la capacità di ripensare il legame presbitero-popolo di Dio, suscitando un volto nuovo di laicato: non meri “esecutori”, bensì battezzati formati a “fare comunità” e costruire la comunione vicendevole. La sfida è decisamente aperta… non per un domani, bensì per l’oggi che incalza.

don Fabiano Del Favero
segretario del Consiglio Presbiterale