Ultima riunione il 18 maggio

Si chiude un quinquennio per il Consiglio pastorale diocesano

Dopo il rinnovamento dello statuto e del regolamento, in autunno le nuove designazioni

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Si chiude il mandato per il Consiglio Pastorale Diocesano, che aveva cominciato a lavorare nella primavera del 2013. L’ultima riunione si è tenuta venerdì 18 maggio al Centro Giovanni XXIII di Belluno. Come ha precisato il Vescovo, il Consiglio pastorale continua ad esserci nella Chiesa locale, anche se si avrà un avvicendamento nel mandato.

L’incontro si è aperto con un momento di condivisione sul Vangelo del giorno: «Mi ami tu?», chiede il Signore a Pietro, che risponde con un più modesto «Ti voglio bene»; finché la terza volta è Gesù stesso che si adatta alle possibilità di Pietro: «Mi vuoi bene?»; e Pietro apre il suo cuore al Maestro: «Tu sai tutto, tu sai che ti voglio bene». Aperta dal Vescovo, la riflessione ha visto un’ampia e franca partecipazione dei presenti.

Il Consiglio pastorale verrà rinnovato in autunno, dopo l’insediamento dei nuovi Consigli pastorali parrocchiali e dei Coordinamenti foraniali, snodo in cui le parrocchie dovranno trovare quella corresponsabilità, resa urgente dal vistoso assottigliarsi del numero dei preti. Ai consiglieri uscenti è comunque chiesto di accompagnare l’avvicendamento in un passaggio di testimone, che avrà anzitutto una scadenza nell’incontro unitario del 9 giugno, quando al Centro Papa Luciani si incontreranno congiuntamente il Consiglio pastorale diocesano, il Consiglio presbiterale, i vicari foranei e i direttori degli uffici pastorali. In quella sede ci sarà spazio anche per una presentazione della vasta consultazione che l’Ufficio di pastorale dei giovani ha operato in diocesi, in vista del prossimo Sinodo dei vescovi sui giovani.

Nella discussione hanno avuto spazio le testimonianze di chi ha vissuto – prima con trepidazione e via via con sempre maggiore condivisione – il cammino diocesano di questi cinque anni, segnati in modo particolare dall’arrivo di un nuovo Vescovo.

Il vicario generale ha presentato alcune linee dello statuto e del regolamento del Consiglio, ai quali si sta lavorando, per adattarli alla nuova conformazione che si sta delineando per la nostra diocesi. Infine il Vescovo ha brevemente presentato una prima bozza degli orientamenti pastorali per il 2018-2019, a cui sta lavorando con la collaborazione degli uffici pastorali. Solo una traccia, su cui intende ancora consultare i consiglieri uscenti.