Studenti dei licei cittadini in visita alle biblioteche del Seminario

Amate i vostri libri

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Amate i vostri libri. Questo è il pensiero cardine che ha mosso negli ultimi mesi tutta l’attività delle Biblioteca Gregoriana verso i giovani della nostra provincia.

Con la collaborazione di alcuni insegnanti dei licei cittadini e grazie alla competente disponibilità del bibliotecario don Antonio De Fanti, è stato possibile infatti organizzare alcune visite guidate all’interno del Seminario Gregoriano che permettessero alle nuove generazioni di conoscere l’enorme patrimonio culturale e spirituale presente nelle biblioteche diocesane.

Oltre a venir raccontata la storia e l’evoluzione dei fondi librari conservati nell’antico convento francescano di San Pietro, è stata descritta l’attività di recupero inventariale che, grazie al supporto economico della CEI e del Ministero dei beni ambientali e culturali, da alcuni anni viene svolta nella biblioteca Gregoriana da alcuni operatori specializzati. Dulcis in fundo, è stato possibile far conoscere ad un gruppo di studenti la storia e lo sviluppo della Biblioteca Lolliniana, di proprietà del Capitolo della Cattedrale ma conservata  da più di un secolo nel Seminario cittadino. Guidati da mons. De Fanti, i ragazzi hanno potuto apprendere la storia del libro in quanto supporto scrittorio e soprattutto visionare alcuni pregiati manoscritti donati ai canonici del Capitolo dal vescovo Alvise Lollino nel 1625.

Tutti gli incontri si sono conclusi con una riflessione sull’importante ruolo delle  testimonianze librarie come mezzo insostituibile per porre le generazioni, che si affacciano alla vita e alla fede, a contatto con tutto ciò che l’evento cristiano ha prodotto nella storia e nella riflessione umana, allo scopo, di trasmetterlo a coloro che verranno dopo di loro.

Amare un libro, in sintesi, significa conservarlo, conoscerlo ma soprattutto valorizzarlo tramite il dialogo con il prossimo, alla ricerca di una sempre nuova e fruttifera dialettica di inclusione anche con realtà non prettamente religiose che però condividono l’idea di servizio svolta dalle biblioteche per la comunità  cristiana e civile.

È in questo spirito che gli operatori della Biblioteca proporranno in autunno una serie di appuntamenti volti a far conoscere la Biblioteca Gregoriana quale vera “piazza del sapere” al servizio dei giovani del nostro territorio.