Archivi della categoria: I tesori dell’Archivio diocesano

Terzo centenario della morte

In ricordo del vescovo Polcenigo

Il 20 aprile 1724 moriva il vescovo Antonio Polcenigo; fu l’episcopato più lungo nella storia della diocesi di Feltre

Giusto un mese fa, il 20 aprile, ricorreva il terzo centenario della morte del vescovo di Feltre Antonio Polcenigo. Con i suoi quarant’anni di episcopato (1684-1724) è stato il presule che ha battuto il record di permanenza sulla sede feltrina. Un episcopato di uguale durata ebbe a Belluno il bergamasco Giulio Berlendis (1653-1693) che in occasione della nomina del Polcenigo scrisse al Capitolo dei canonici … Continua a leggere In ricordo del vescovo Polcenigo »

Una nuova pubblicazione, dedicata alle visite ad limina dal 1588 al 1782, curata da don Claudio Centa

La diocesi di Feltre secondo le relazioni dei suoi vescovi

Presentazione venerdì 26 gennaio alle ore 20.30 presso il Museo diocesano di Feltre

L’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali ha recentemente edito il volume «La diocesi di Feltre dalle relazioni dei suoi vescovi. Visite ad limina 1588-1782». L’opera, di 612 pagine, è il frutto del lungo e accurato lavoro di don Claudio Centa ed inaugura la collana “Fonti e Studi per la storia della Chiesa di Belluno-Feltre”. «La diocesi di Feltre dalle relazioni dei suoi vescovi. Visite … Continua a leggere La diocesi di Feltre secondo le relazioni dei suoi vescovi »

A cura di don Claudio Centa

Registri di Cancelleria – 3

Lo storico come un’ape laboriosa deve elaborare il suo miele dai fiori che ha

Nelle foto: ADF, Libri gestorum, 1, foglio 79r (inizio dell’elenco del clero diocesano per il sinodo del 1585) e foglio 432v (inizio dell’elenco del clero diocesano per il sinodo del 1598) Noterelle di metodo Dopo l’interruzione ferragostana, riprendiamo la scoperta dell’Archivio Diocesano laddove l’avevamo lasciata, ossia dai registri di cancelleria: i registri sui quali venivano annotate le attività del vescovo, registrati per esteso oppure semplicemente … Continua a leggere Registri di Cancelleria – 3 »

A cura di don Claudio Centa

Registri di Cancelleria

Registro di Cancelleria dei vescovi di Feltre Giacomo Rovellio (1584-1610) e Agostino Gradenigo (1610-1628)

ADF, Cancelleria vescovile, Libri gestorum, 1. Descrizione fisica Registro cartaceo, cm 23,5 x cm 30,5. Coperta originale in cartone rigido con la scritta “Gestorum” e uno stemma vescovile la cui arma è stata abrasa, ma che molto presumibilmente era del vescovo Rovellio. La coperta originale è stata rinforzata da una sovracoperta in cartone rigido. Fogli 448. Cartolazione originaria: 1-274 / 425-534. ff. 1r-274v / 425r-486r: … Continua a leggere Registri di Cancelleria »

A cura di don Claudio Centa

Registri di Cancelleria – 1

Registri di Cancelleria dei vescovi di Belluno Giulio Berlendis (1653-1694) e Giovanni Francesco Bembo (1694-1720)

ADB, I, Atti vescovili e curiali, b. 8, pezzi 8/1 e 8/2 Descrizione fisica Viste per alcune puntate le serie archivistiche delle visite pastorali di Feltre e di Belluno, dopo l’interruzione di una settimana, passiamo a vedere un genere di pezzi archivistici presenti sia nell’Archivio Diocesano di Belluno che in quello di Feltre: il registro di cancelleria. Il registro è un fascicolo o un libro … Continua a leggere Registri di Cancelleria – 1 »

A cura di don Claudio Centa

Il vescovo Alvise Lollino

La serie archivistica “Visite pastorali” di Belluno (2)

Visite di Giulio Contarini in: ADB, I, Visite pastorali, b. 3 e b. 4. Nella foto: busta 4, fascicolo 10, f. 1r. 17 ottobre 1609, il vescovo Alvise Lollino parte da Belluno ed arriva a Pieve di Alpago per la visita pastorale. Riprendo il filo delle fonti archivistiche delle visite pastorali bellunesi rimasto sospeso due settimane fa. Abbiamo visto che i verbali di visita dei … Continua a leggere Il vescovo Alvise Lollino »

A cura di don Claudio Centa

Da Agordo a Servo: parrocchie da affittare

Il titolare dà in affitto la pieve di Servo con contratto di locazione

Contratto di locazione, con il quale Giovanni Battista Romagno dà in affitto la pieve di Servo al sacerdote Battista De Nassia. Feltre, 5 settembre 1554 ADF, Canc. Vesc., Atti vari, 28, 959r-960r. Per continuità, in questo nuovo appuntamento ci toccherebbe avanzare nell’esplorazione della serie Visite pastorali, in cui abbiamo cominciato a inoltrarci la settimana scorsa, nella nostra visita all’Archivio Diocesano di Belluno. E invece voglio … Continua a leggere Da Agordo a Servo: parrocchie da affittare »

A cura di don Claudio Centa

Il vescovo Giulio Contarini

La serie archivistica “Visite pastorali” di Belluno inizia con la visita dell’estate 1526 - 1ª parte

Visite di Giulio Contarini in: ADB, I, Visite pastorali, b. 1, fascicoli 4-21. La serie Visite pastorali dell’Archivio Diocesano di Belluno inizia con i verbali di una visita svolta all’inizio dell’estate del 1526. Era vescovo all’epoca il veronese Galesio Nichesola (1509-1527); ricordo per inciso che egli è sepolto nella cattedrale di Verona in un suntuoso sepolcro marmoreo a parete, opera del celebre architetto Jacopo Sansovino. … Continua a leggere Il vescovo Giulio Contarini »

A cura di don Claudio Centa

La fondazione della parrocchia di Longarone

Citazione dei documenti e importanza dell’Archivio per le comunità locali

ADB, II, Longarone, b. 66/A, fasc. 1, n° 14 Belluno, 1799 giugno 3 Decreto di Sebastiano Alcaini, vescovo di Belluno, il quale istituisce la parrocchia di Longarone. Copia autentica coeva. Bifoglio cartaceo, cm 22 x 31,5 Come si citano i documenti dell’Archivio Diocesano di Belluno L’Archivio Diocesano di Belluno (ADB) è stato ordinato nel corso di tanti anni e con dedizione amorevole dal defunto mons. … Continua a leggere La fondazione della parrocchia di Longarone »

A cura di don Claudio Centa

1354, la nomina del vescovo Jacob Goblin

21 novembre 1354: come mai venne scelto un boemo a reggere le nostre diocesi?

Nella precedente puntata ho cominciato a presentare la Lettera apostolica che assegnava le diocesi di Belluno di Feltre a Jacob Goblin. Dico “cominciato” in quanto mi sono dilungato nel commento diplomatico dell’importante documento pergamenaceo. Ora la seconda parte della puntata dedicata a questa fonte. Commento storico Il provvedimento contenuto nel documento papale è il seguente: papa Innocenzo VI assegna le diocesi di Belluno e di … Continua a leggere 1354, la nomina del vescovo Jacob Goblin »

A cura di don Claudio Centa

1354, papa Innocenzo VI nomina il vescovo di Feltre e di Belluno

«L’histoire se fait avec des documents…», con quel che segue!

Lettera apostolica in forma esecutoria (litterae exsecutoriae, litterae cum filo canapis) di papa Innocenzo VI, il quale nomina vescovo di Feltre e di Belluno Giacomo Goblin. Avignone, 1354 novembre 21 A. Originale, pergamena, cm 54,2 x 36,2, plica cm 9,3. Sigillo plumbeo (bulla), rotondo (Ø cm 3,7) pendente con filo di canapa. Belluno, Archivio Diocesano, Sezione I, Vescovi, busta 2, fasc. 17. Con questa puntata … Continua a leggere 1354, papa Innocenzo VI nomina il vescovo di Feltre e di Belluno »

A cura di don Claudio Centa

La serie archivistica “Visite pastorali” di Feltre – 2

A introdurre l’uso della stampa per i documenti diocesani fu il vescovo Pietro Maria Trevisan (1724-1747)

Chiudo con questa puntata lo spazio dedicato alla serie Visite pastorali dell’Archivio Diocesano di Feltre e parlo del primo utilizzo della stampa per le visite pastorali. Ad introdurre l’uso della stampa per i documenti diocesani fu il vescovo Pietro Maria Trevisan, marchese Suarez, che resse la diocesi di Feltre dal 1724 al 1747, dimostrandosi in quei vent’anni un vero vulcano di iniziative pastorali e dando … Continua a leggere La serie archivistica “Visite pastorali” di Feltre – 2 »

A cura di don Claudio Centa

La serie archivistica “Visite pastorali” di Feltre – 1

Il concilio di Trento aveva stabilito che il vescovo visitasse l’intero territorio della diocesi in due anni

È a partire dal vescovo Giacomo Rovellio (1584-1610) che i verbali delle visite pastorali cominciarono ad essere raccolti a parte, in luogo di essere scritti in fascicoli poi rilegati nella serie degli Atti vari. Il vescovo Rovellio, oltre che un autentico genio pastorale, possedeva anche una mente ordinata nella gestione amministrativa; infatti aveva disposto che gli atti prodotti dalla curia venissero raccolti in cinque serie … Continua a leggere La serie archivistica “Visite pastorali” di Feltre – 1 »

A cura di don Claudio Centa

L’Archivio Diocesano e le visite pastorali

Una fonte per la passata vita religiosa delle comunità parrocchiali nei verbali delle visite pastorali

Una fonte di notevole interesse per la passata vita religiosa delle comunità parrocchiali è indubbiamente costituita dai verbali delle visite pastorali. Tali fonti offrono dati importanti anche circa la vita economica delle comunità paesane e circa il patrimonio artistico delle chiese. Il più antico verbale di vita pastorale svolta in diocesi di Feltre pervenuto a noi è del 1518. A svolgere la visita fu il … Continua a leggere L’Archivio Diocesano e le visite pastorali »

A cura di don Claudio Centa

Da Innsbruck a Feltre a Grigno

L’imperatore Leopoldo I d’Absburgo presenta al vescovo di Feltre il sacerdote Giacinto Poli per la pieve di Grigno

Lettera patente dell’imperatore Leopoldo I d’Absburgo, il quale presenta al vescovo di Feltre il sacerdote Giacinto Poli ad essere investito della pieve di Grigno. Innsbruck, 1701 ottobre 20. A. Originale, pergamena, larghezza cm 45, altezza cm 25, plica cm 10. Inedito. Sigillo in ceralacca rossa, rotondo (Ø cm 6,5) in capsa di legno (Ø cm 9,8) pendente con lisa di pergamena. ADF, Pergamene, 31.   … Continua a leggere Da Innsbruck a Feltre a Grigno »

A cura di don Claudio Centa

Mappa della Pieve di Santa Giustina

Il 9 giugno 1784 l’arciprete di Santa Giustina consegnò al vescovo di Feltre Ganassoni la distinta degli abitanti della pieve

In questa terza puntata ci ricolleghiamo al documento visto nella prima. Allora abbiamo preso in esame la mappa della pieve di Cesio fornita al vescovo dal locale arciprete nel 1780. Quattro anni dopo l’arciprete di Santa Giustina volle procurare al vescovo un uguale documento ma di fattura superiore rispetto alla mappa di Cesio. Era il 9 giugno 1784 quando l’arciprete di Santa Giustina consegnò al … Continua a leggere Mappa della Pieve di Santa Giustina »

A cura di don Claudio Centa

Lettera apostolica in forma graziosa

Roma, 28 marzo 1757: papa Benedetto XIV nomina Andrea Minucci vescovo di Feltre

Lettera apostolica in forma graziosa (litterae gratiosae, litterae cum serico) di papa Benedetto XIV, il quale nomina vescovo di Feltre Andrea Minucci. Roma, 1757 marzo 28. Originale, pergamena, larghezza cm 67, altezza cm 59, plica cm 7. Inedito. Sigillo plumbeo (bulla), rotondo (Ø cm 3,8) pendente con filo di seta intrecciato di colore giallo. Feltre, Archivio Diocesano, Pergamene, 38. Nell’Archivio Diocesano di Feltre (dalle prossime … Continua a leggere Lettera apostolica in forma graziosa »

A cura di don Claudio Centa

In anteprima “I tesori dell’Archivio diocesano”

Il sito diocesano si arricchisce di una nuova rubrica, per un appuntamento settimanale

Un documento di notevole interesse: una mappa della pieve di Cesio di 250 anni fa. Nell’anno 1780, il vescovo Andrea Benedetto Ganassoni fece il suo ingresso in diocesi di Feltre e poco dopo indisse la prima visita pastorale. Al fine di ridurre la sua permanenza nelle parrocchie, inviò ai singoli parroci un questionario, così da poter disporre dei dati statistici fondamentali prima del suo arrivo … Continua a leggere In anteprima “I tesori dell’Archivio diocesano” »