In vista dei Giorni dello Spirito e di comunità

Per l’inizio della Quaresima

Giovedì, venerdì e sabato della prossima settimana

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Si avvicinano i “Giorni dello Spirito e di comunità”, proposti per la terza volta all’inizio della Quaresima (giovedì 7, venerdì 8 e sabato 9 marzo) per tutte le comunità parrocchiali. Si avverte nel sussidio la volontà di rileggere nella fede quanto provocato nei bellunesi dall’uragano «Vaia» di fine ottobre 2018. Già la prima sera, nel momento di incontro e condivisione che apre l’incontro, i partecipanti saranno invitati a raccontare come sono arrivati ad abitare in questo territorio, che cosa si prova di bello nel vivere nel proprio paese, quale motivo potrebbe trascinare un bellunese a emigrare e quale motivo potrebbe indurlo a tornare. Il successivo tempo celebrativo della Parola di Dio, sul tema «Abitare il paese che il Signore ha dato ai tuoi padri» (dal Deuteronomio) porrà in evidenza le varie dimensioni dell’abitare: gli affetti e la famiglia, la comunità civile, il creato, la Chiesa.
Il tema della ferita subita dalle anime, oltre che dai boschi, nello scorso ottobre si fa evidente nella seconda serata: al centro dell’incontro sarà proiettato il video di «Alziamo la voce», realizzato dagli artisti bellunesi. Del tutto inedito il gesto proposto nel tempo di preghiera: l’unzione, che fa parte del linguaggio celebrativo e sacramentale; sarà però effettuata su un crocifisso ligneo: «Siamo invitati a compiere un gesto che ci aiuta ad avvicinarci alla fragilità vissuta da Gesù Cristo in croce, il Venerdì santo. Un gesto di attenzione e di cura, che esprime la sacralità di quel corpo ferito» dice il sussidio. Sul crocifisso sarà collocata la scritta ‘‘collocazione provvisoria’’, per indicare, con don Tonino Bello, che «il Calvario non è zona residenziale», ma attende la Risurrezione.
Nella terza sera, due narrazioni saranno sullo sfondo della proposta: l’arte tutta agordina del ‘‘conza’’ e quella giapponese del ‘‘kintsugi’’: simboli di riparazione, di tessitura, di rinnovamento.
Sono disponibili su questo sito, all’indirizzo http://www.chiesabellunofeltre.it/cultura/, i sussidi cartacei, audio e video. Domenica 3 marzo, al termine delle celebrazioni, sarà diffuso l’invito a partecipare, in ogni parrocchia; un invito che sarà rinnovato nelle celebrazioni con il rito delle ceneri di mercoledì 6 marzo.

don Giuseppe Bratti