Ufficio di pastorale dell'educazione e della scuola

Appuntamenti dell'Ufficio

Équipe guida

Paola Barattin (rapporti Uffici pastorali e organismi diocesani)
ud.scuola@chiesabellunofeltre.it

Alessandra Catania (insegnamento Religione Cattolica)
ud.scuola.irc@chiesabellunofeltre.it

Manuel Savi (settore amministrativo)
ud.scuola.amministrazione@chiesabellunofeltre.it

don Alex Vascellari (delegato vescovile per la pastorale dell’educazione e della scuola)
ud.scuola@chiesabellunofeltre.it


Centro Giovanni XXIII - Piazza Piloni, 11 - 32100 Belluno
tel.: 3911842211

Orari
L’Ufficio è aperto il lunedi (15.00-17.00) e il giovedì (14.30-16.30). Per comunicazioni in altri orari utilizzare esclusivamente la posta elettronica. Sarete contattati appena possibile.

L'organigramma dell'ufficio

  • Francesca Curti (Belluno)
  • Concetta Spadaro (Belluno)
  • Manuel Savi (Longarone-Alpago)
  • Giovanna Pais Golin (Cadore)
  • Noris Pison (S.Giustina-Sedico)
  • Liana Cavallet (Agordo)
  • Stefano Serafin (Feltre)
  • Katjusa Trentin (AGESC)
  • sr. Donatella Brunera (FISM)
  • Matteo Carrera (UCIIM)
  • Fulvio De Bon (AIMC)

L’Ufficio esprime l’attenzione e la cura pastorale della nostra Chiesa per l’intero percorso di formazione scolastica, in dialogo con le istituzioni, gli enti e le associazioni operanti nel sistema d’educazione e istruzione e curando le relazioni con tutti i soggetti del mondo dell’educazione e della scuola.

L’Ufficio si occupa, in particolare di proporre iniziative di spiritualità, formazione e animazione per il mondo della scuola, con attenzione ai soggetti che la caratterizzano (dirigenti, insegnanti, studenti, genitori…); di selezionare e proporre alle scuole gli insegnanti di religione cattolica, curandone l’aggiornamento continuo; di accompagnare e sostenere le scuole cattoliche e d’ispirazione cristiana e i loro organismi; di promuovere nelle comunità cristiane attenzione, conoscenza e sensibilità per il mondo della scuola e dell’educazione.

«Nella scuola non solo impariamo conoscenze, contenuti, ma impariamo anche abitudini e valori. Si educa per conoscere tante cose, cioè tanti contenuti importanti, per avere certe abitudini e anche per assumere i valori. E questo è molto importante. Auguro a tutti voi, genitori, insegnanti, persone che lavorano nella scuola, studenti, una bella strada nella scuola, una strada che faccia crescere le tre lingue, che una persona matura deve sapere parlare: la lingua della mente, la lingua del cuore e la lingua delle mani. Ma, armoniosamente, cioè pensare quello che tu senti e quello che tu fai; sentire bene quello che tu pensi e quello che tu fai; e fare bene quello che tu pensi e quello che tu senti. Le tre lingue, armoniose e insieme!». (Papa Francesco, Al mondo della scuola italiana, 10 maggio 2014).