Venerdì 15 giugno, alle ore 18.30

Tesori d’arte nelle chiese del Bellunese – Sinistra Piave

Nella chiesa di San Bernardo a Cesana (Lentiai)

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

È prevista per venerdì 15 giugno, alle ore 18.30, nella chiesa di San Bernardo a Cesana (Lentiai) la presentazione del volume “Tesori d’arte nelle chiese del Bellunese – Sinistra Piave“. Dopo il saluto delle autorità, interverranno i curatori Chiara D’Incà, Luca Majoli e Silvana Rotondo della Soprintendenza.

Scrive nella presentazione il vescovo di Belluno-Feltre mons. Renato Marangoni: «”Tesori d’Arte”: questo gioco di parole, così semplice e immediato, segnala realtà ed esperienze di grande valore. Vi è sottesa la convinzione che lì dove si esprime l’arte c’è vita, c’è storia, c’è creatività. Si tratta di una preziosità viva ed attuale. Ricevere tra le mani questa pubblicazione è come avventurarsi in un affascinante viaggio. Passo dopo passo ci si scopre immersi in una storia viva. Ecco i ‘Tesori d’Arte’: territorio, popolazione, autori, scuole d’arte, edifici religiosi e civili, ma anche sapori, musica, canzoni e una rasserenante visione di un bel paesaggio. Tutto questo assurge anche a cammino di fede. Lì dove c’è azione e opera artistica da parte umana, è possibile rintracciare anche le ‘orme’ invisibili del divino».

Mons. Corrado Pizziolo, vescovo di Vittorio Veneto, così si esprime: «Se tutto il territorio bellunese è punteggiato da diverse chiese e cappelle, la Sinistra Piave è davvero, a mio avviso, un concentrato straordinario. Si tratta di un patrimonio immenso, consegnato dai secoli passati, da custodire e valorizzare. Lungi da rappresentare una mera curiosità estetica, queste chiese possono realmente costituire una strada di evangelizzazione attraverso la via della bellezza».

Sul valore di questo patrimonio si sono espressi anche il Presidente della Provincia Roberto Padrin e il Soprintendente arch. Andrea Alberti nelle loro Presentazioni.

Il volume, edito dalla Provincia di Belluno, presenta in più di 250 pagine 14 saggi:
1. Giovanni Tomasi, Le Pievi della Sinistra Piave nei secoli XII-XVI
2.
Marco Perale, Castion e Limana: castelli e pievi
3.
Andrea Bona, La riscoperta della chiesa di san Bernardo a Cesana
4.
Flavio Cafiero – Chiara D’Incà – Jacopo Marcer, Le indagini archeologiche nella chiesa di san Bernardo
5.
Luca Majoli, La decorazione pittorica della chiesa di san Bernardo di Cesana
6.
Natascia Girardi, La chiesa di san Bernardo a Cesana. La formazione restaura
7.
Cinzia Rossignoli, Indagini archeologiche nel fondo Vello-Dalla Palma a Cesana di Lentiai
8.
Silvia Bevilacqua, Dal legno all’argento. Liturgia, storia e arte nella suppellettile delle chiese bellunesi della diocesi di Ceneda
9.
Tiziana Conte, Argenti sacri tra XV e XIX secolo nelle pievi di Limana e Castion
10.
Cristina Falsarella – Emanuela Ruggio, I paliotti in cuoio o cuoridoro nelle chiese della forania zumellese
11.
Flavio Vizzutti, Le opere di Francesco Frigimelica ‘il vecchio’ nelle chiese della Sinistra Piave: documenti, considerazioni, proposte
12.
Giacomo Mazzorana, Tesori d’arte contemporanea nella Sinistra Piave
13.
Silvana Rotondo, L’intervento di consolidamento dell’eremo e della chiesa di san Donato a Sopraronchena di Lentiai
14.
Anna Impallaria – Flavia Tisato – Ferruccio Petrucci – Maurizio Dal Colle – Emanuela Ruggio, Una bottega di artisti nel Veneto del Cinquecento: Antonio Rosso, Marco e Giovanni da Mel.

 

Nell’immagine: un particolare del paliotto in cuoio dipinto del 1748 della chiesa di Follo (Mel)