1.038 i questionari raccolti

Un’esperienza di data journalism sui giovani e l’Europa

I risultati martedì 28 maggio alle 18.00 nell’aula magna del Liceo Lollino

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

All’indomani del voto, un’occasione per sapere se i giovani bellunesi credono nel processo di integrazione europea e quali aspettative abbiano nei confronti dell’Unione e del nuovo Parlamento.

Gli studenti del Liceo Lollino – Classico e Scientifico, hanno elaborato un questionario, composto da 22 domande e diffuso nei mesi scorsi dalla Consulta Provinciale degli Studenti e dalle Scuole in Rete per un Mondo di Solidarietà e Pace tra i ragazzi del triennio delle scuole superiori. La risposta è stata notevole: i questionari raccolti sono stati 1038.

I risultati del sondaggio saranno diffusi martedì 28 maggio alle 18.00 nell’aula magna del Liceo Lollino in piazza Santa Maria dei Battuti, dove interverranno gli studenti della scuola (Giovanni Bianchini, Elena Cassol, Maria Gomiero, Daniela Megali, Francesco Guerriero ed Ezechiele Perot), il sociologo Diego Cason, per una prima interpretazione dei dati raccolti, il presidente della Consulta Provinciale degli Studenti Simone Garavana e il referente delle Scuole in Rete, prof. Franco Chemello.

Il lavoro dei ragazzi del Liceo Lollino è il risultato di un corso di Tecniche dell’informazione svoltosi durante l’anno e coordinato dal prof. Giambattista Zampieri. Dopo aver appreso alcune nozioni riguardanti la libertà di stampa, le norme deontologiche, le tecniche di scrittura, l’utilizzo critico del web, la ripresa e il montaggio video, i ragazzi si sono cimentati con un elaborato finale incentrato sul “data journalism”, realizzando quindi il sondaggio, un blog e una video inchiesta che verrà proiettata nel corso della serata con interviste ad altri studenti, a europarlamentari, candidati alle europee, docenti universitari.