Archivio Tag: omelia liturgica

A cura di don Alessandro Coletti (29ª domenica del tempo ordinario - anno B)

Desideri profondi e desideri da purificare

Non vergogniamoci dei nostri desideri, lasciamo che sia lui a purificarli e farli maturare

Non so che sentimenti ha suscitato in te la pagina di Vangelo di questa domenica? Secondo me, ci può lasciare più sereni, più impegnati e più fiduciosi… Più sereni, perché vediamo che le nostre fragilità, le nostre miserie sono state anche quelle degli Apostoli. Anche i discepoli, questi uomini straordinari e, per molti versi, straordinariamente fortunati che hanno passato qualche anno a stretto contato con … Continua a leggere Desideri profondi e desideri da purificare »

A cura di don Alessandro Coletti (26ª domenica del tempo ordinario - anno B)

Non chiudersi e non scandalizzare

Non chiudersi agli altri, ma accogliere; non scandalizzare, ma aiutarsi in una vicendevole edificazione

Il Vangelo di oggi ci da due belle indicazioni per essere cristiani: diciamole subito e poi analizziamole insieme nel Vangelo. Le indicazioni sono: “non chiudersi” e “non scandalizzare”… Non chiudersi agli altri, ma accogliere. Non scandalizzare, ma aiutarsi in una vicendevole edificazione. I discepoli di Gesù vedono un uomo che caccia demoni nel nome di Gesù pur non essendo uno dei discepoli e subito i … Continua a leggere Non chiudersi e non scandalizzare »

A cura di don Alessandro Coletti (25ª domenica del tempo ordinario - anno B)

Vale la pena servire?

Essere cristiani ci mette in una logica diversa da quella comune

Prima lettura ci pone di fronte un tema spinoso: la persecuzione del giusto. Spontaneamente ci chiediamo: ma perché il giusto, il mite, il credente sono perseguitati? Perché tante volte chi fa il bene viene ripagato con il male? La prima lettura ci dà la risposta: “Dissero gli empi: «Tendiamo insidie al giusto, che per noi è d’incomodo e si oppone alle nostre azioni; ci rimprovera … Continua a leggere Vale la pena servire? »

A cura di don Alessandro Coletti (21ª domenica del tempo ordinario - anno B)

A te la scelta

Seguire Gesù è impegnativo; chi non vuol fare fatica molla. Molti se ne vanno, lo abbandonano

Se dovessi dare un titolo alla riflessione di questa domenica che condivido con voi, sarebbe l’inizio di una canzone di una band vicentina a cui sono molto affezionato: “A te la scelta su chi sarai”. Prima lettura. Siamo alla fine di quel lunghissimo cammino che ha portato il popolo ebraico dalla schiavitù d’Egitto alla Terra Promessa. Hanno camminato per quarant’anni nel deserto, hanno combattuto e … Continua a leggere A te la scelta »

Maria ha scelto lo sguardo di Dio

«Il transito di Maria, il suo passaggio tra terra e cielo, è l’arcobaleno che Dio pone tra noi e Lui»

È divenuto negli anni un appuntamento quello che nel giorno dell’Assunta convoca molti fedeli – diocesani e turisti – presso il Santuario del Nevegal. Anche in questo torrido ferragosto l’appuntamento è stato confermato, con qualche centinaio persone, la maggior parte raccolte all’aperto del santuario, tutte rigorosamente distanziate. A presiedere la celebrazione eucaristica il nostro vescovo Renato, con al suo fianco don Francesco, rettore del Santuario, … Continua a leggere Maria ha scelto lo sguardo di Dio »

A cura di don Alessandro Coletti (Solennità dell'Assunzione di Maria)

Risorta in anima e corpo

«Vergine, anello d’oro del tempo e dell’eterno, tu porti la carne in paradiso e Dio nella nostra carne» (Turoldo)

C’era chi sosteneva e sostiene anche ora che Dio solo vale ed è importante. L’uomo, nel suo esistere e nel suo operare non vale niente! Noi invece crediamo in Maria Assunta. Potrebbe esserci qualcuno che mi risponde: “E allora? A me che importa?” Provo allora a rispondere a due interrogativi che magari sorgono: “Che cosa significa credere nell’Assunzione di Maria?” e “Cosa dice a noi … Continua a leggere Risorta in anima e corpo »

L’agonismo tradotto in spirito di fratellanza

La celebrazione eucaristica, espressione dell'identità morale e cristiana della comunità, prima del Palio di Feltre

Nonostante le limitazioni della pandemia, che ancora pesano sulle consuetudini di vita, la comunità feltrina non ha voluto mancare alla tradizionale festa del Palio, che nella Santa Messa trova l’espressione della sua identità morale e cristiana.  Domenica 8 agosto la presenza in Concattedrale di tanti giovani in costume e con le insegne dei diversi quartieri ha dato prova che questa festa è entrata nei loro … Continua a leggere L’agonismo tradotto in spirito di fratellanza »

A cura di don Alessandro Coletti (18ª domenica del tempo ordinario - anno B)

Un cibo che non perisce

Non basta il pane per sfamarci; l’uomo non si può sfamare con il solo benessere

Il Vangelo di oggi non può essere capito se non viene letto in continuità con quello di domenica scorsa: facciamo quindi un breve riassunto per chi si fosse perso la prima puntata. Gesù è apparentemente all’apice del successo. Lo seguono migliaia di persone: più di cinquemila. Ha sfamato quella folla enorme con cinque pani e due pesci e tutti lo seguono, addirittura vogliono farlo re. … Continua a leggere Un cibo che non perisce »

A cura di don Alessandro Coletti (17ª domenica del tempo ordinario - anno B)

Vivere per far felice il prossimo

Mentre l’uomo ragiona secondo misura, Dio agisce secondo eccedenza

«Chi non vive per far felice il suo prossimo, non ha ancora cominciato a vivere». La frase non è mia, ma di Raoul Follerau. Non per tutti forse è un nome noto ma è un personaggio che vale la pena di conoscere. Nasce in Francia nel 1903 da una ricca famiglia di industriali, studia diritto e filosofia ma si mette in luce come brillante giornalista … Continua a leggere Vivere per far felice il prossimo »

A cura di don Alessandro Coletti (16ª domenica del tempo ordinario - anno B)

L’arte di prendersi cura

«...perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te»: per Dio, ciascuno di noi è un essere speciale

«Non bisogna avere paura di bontà e tenerezza»: così diceva papa Francesco in una delle sue prime omelie da pontefice. Ce lo insegna il Vangelo, ce lo dicono le letture di oggi. Dio è il buon pastore, colui che ama il suo gregge, conosce le pecore ad una ad una e le chiama per nome. I discepoli tornano da Gesù…. Questa prima esperienza di missione … Continua a leggere L’arte di prendersi cura »